Dampyr n°159


E così ci siamo, ancora pochi giorni e sarà nelle edicole di tutta italia. Il pensiero che circa 40.000 lettori avranno in mano l'albo è di quelli che fanno un po' tramare i polsi, ma fa tutto parte del gioco, no? Per essere precisi questo è il secondo Dampyr che ho disegnato, ma è il primo a vedere le edicole. La sceneggiatura è ad opera del "neveriano" Andrea Artusi e Ivo Lombardo. Artusi oltre ad avermi fornito una sceneggiatura corredata da un dettagliatissmo storyboard è anche l'autore di circa una decina di pagine di flashback all'interno dell'albo. La storia prende spunto dai fatti realmente accaduti nella metà del '700 nella regione francese del Gèvaudan, oggi Lòzere, ma si riallaccia in modo sorprendente alla storia passata di Harlan e soci. Io ho cercato di fare del mio meglio per rendere onore alla storia e al personaggio e non per ultimo al lavoro di Mauro Boselli e della redazione tutta. Non so dire se poi il mio meglio sia stato abbastanza, ma so già che il nuovo numero sul quale sto lavorando è già un passo avanti! Di seguito un pò di immagini varie non troppo spoilerose!

N.Y.E.

2011.
Dovessi contare tutte le cose successe a me e intorno a me rischierei di essere un po' troppo autoindulgente quindi forse è meglio evitare.
Così come evito di fare i classici bilanci di fine anno, non ne ho bisogno per sapere cosa vale la pena portarsi nell'anno nuovo e cosa no, cosa è stato trasformato a forza da negativo a positivo e cosa lascerò irrimediabilmente alle spalle.
E siccome questo è il blog di un disegnatore, e quindi noioso per definizione, ecco un paio di tavole sparse da Dampyr in versione non definitiva, il meno spoilerose possibile, Boselli non me ne vorrà. Spero.



valter buio #12 pagina mancante

Nell'ultimo numero di Valter Buio, non so se in tutte le copie, c'è una pagina ripetuta. Ecco qui la pagina 59 scomparsa.

strade


2006-

ricordo con chiarezza il panico di presentarmi a Rrobe e Lollo con le mie tavole di prova alla prima edizione di Narnia Fumetto, mentre un tizio esibendosi in una delle migliori imitazioni di Rick Moranis mi assicurava che non mi avrebbero preso mai, perchè "quelli" fanno solo lavorare gli amici  e al massimo sarei stato pagato due lire per fare un lavoro da impiegato e poi tanti saluti.

poi è stato questo:


poi questo
john doe 55 - la città dei mille capestri-
e questi
unità speciale 2 - la vedova di pietra fiore-

unità speciale 2 - la vedova di pietra fiore-

unità speciale 11-password per l'inferno-

unità speciale 11-password per l'inferno-

trapassati inc.
poi questo

e questi

valter buio 2 - un giro di giostra-

valter buio 9- elena fioravanti-




ed ora, 2011, mi rendo conto di non essere mai stato più contento delle scelte che ho fatto.

Elena Fioravanti

Chi è Elena Fioravanti?
Alessandro me l'ha descritta al telefono la prima volta ancor prima di mandarmi le tavole di sceneggiatura.

" é un po' ancora come una bambina per certi versi, capace di metterti il broncio per una stupidaggine e subito dopo sorriderti di cuore, prende tutto con un entusiasmo contagioso, forse anche troppo, magari perchè non ha ancora rinunciato ad un pizzico di magia nella vita."

Per un po' ho pensato ad Amelie Poulain e quindi ad Audrey Tautou, ma è stato solo un punto di partenza.
In Valter Buio c'è molto, moltissimo di Alessandro (per quanto lo conosca poco) ed ho cercato di fare la stessa cosa con Elena.
Inventarla semplicemente l'avrebbe resa verosimile, mentre io volevo che almeno per me fosse vera.
Ho quindi pescato nei ricordi, negli affetti e in come la memoria li ha filtrati, andando in quei momenti della mia vita nei quali sono arrivate delle persone a sconvolgerla come succede a Valter e a come vedevo quelle persone.
Perciò Elena Fioravanti ha l'aria furba di R , il sorriso di A, gli occhi di F e il musetto buffo di B.
E mille altre sfumature e altrettante persone che sebbene non sia sicuro di essere riuscito a mettere su carta di sicuro erano lì con me quando disegnavo.
Ed è stato strano quando ho visto la prima versione della copertina di Paolo, perchè Elena era proprio lì ed era inequivocabilmente lei.

In libreria e in edicola...


potrete trovare rispettivamente questo
Bondage- la via italiana all'arte di legare - corde, nodi e legami d'amore
di MaestroBD e Beatrice Gigliuto
Alberto Castelvecchi editore, 24 euro.






















già disponibile da un paio di giorni.
E' il frutto delle fatiche di Beatrice e Maestro BD.
Dentro potrete trovarci circa 300 illustrazioni a corredo fatte da me, e uno sguardo verso il bondage come"un abbraccio che resta" "un gioco di fiducia e affetto" "una disciplina che va studiata e imparata per garantire la sicurezza di tutti, soprattutto del sorriso negli occhi di chi lo pratica".
QUI la pagina di facebook.


Mentre invece domani arriva in edicola il numero 9 di Valter Buio.




















C'è stata una lavorazione sul filo di lana anche su quest'ultimo.
Non so se ho dato il meglio di me, ma di sicuro ho dato tutto quel che potevo soprattutto dal punto di vista emotivo.
Ma ne parlerò fra un paio di giorni per non anticipare nulla sulla storia.